Articoli

OSPEDALE DELLA SIBARITIDE. VISITA E SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE OCCHIUTO

Visita a sorpresa del Presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e di un nutrito gruppo di consiglieri sul cantiere dell’Ospedale della Sibaritide. Accompagnati dal direttore di commessa, ing. Domenico Petrone, nonché dal Responsabile Unico del Procedimento, ing. Domenico Pallaria e dal sindaco di Corigliano-Rossano ing. Flavio Stasi, il presidente ed i consiglieri hanno compiuto un giro nel cantiere dell’Ospedale, le cui strutture stanno cominciando ad essere visibili anche fuori terra. Palpabile la soddisfazione di Occhiuto:

“Sono molto soddisfatto – dice Occhiuto alla fine del tour – perché ho notato che i lavori stanno procedendo velocemente e con una notevole accelerazione impressa negli ultimi mesi. I tecnici mi hanno spiegato che la maggior parte dei corpi sono prefabbricati e che entro fine anno sarà realizzata la struttura cui poi seguiranno le complesse lavorazioni necessarie in termini di impiantistica. Alla fine dei lavori si avrà un polo sanitario con 376 posti letto, realizzato con tecnologie all’avanguardia e completamente antisismico. Sono soddisfatto della qualità dei lavori compiuti e anche del lavoro dalle strutture burocratiche della Regione che negli ultimi mesi, soprattutto, hanno lavorato con grande impegno per dare impulso a quest’opera”.

Attualmente nel cantiere è stato realizzato il solaio al livello -1 dei corpi A – C – D. E’ stato già armato e predisposto alla prima fase di getto il corpo E, e si sta proseguendo con i successivi corpi alla predisposizione dei casseri (le strutture provvisorie che conterranno ii calcestruzzo di getto – n.d.r) e delle armature delle travi del livello -1.

E’ stato realizzato il 60% dei setti dei vani ascensore/scale/montacarichi al livello -1. Sono arrivati in cantiere e sono stati varati ben 20 pilastri prefabbricati in acciaio di 12 metri l’uno e sono già presenti pronti al varo altri pilastri.

Insomma la velocità e la competenza nella realizzazione dell’Ospedale, da parte della D’Agostino Costruzioni, sta conducendo alla definizione di un cantiere importante e molto partecipato dalle popolazioni della zona, per la sua grande valenza strategica sotto il profilo sanitario. Con grande soddisfazione, come detto, delle istituzioni regionali.

Autostazione e Centro Servizi Air Grottaminarda(Av)

TERMINAL BUS E CENTRO SERVIZI GROTTAMINARDA.TUTTO PRONTO PER LA CONSEGNA

Si terrà lunedì 21 marzo alle ore 10:30, alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, il taglio del nastro dell’autostazione Air di Grottaminarda (Av). L’opera, realizzata dalla D’Agostino Costruzioni, è un modernissimo terminal trasporti che fungerà da interscambio ferro-gomma, con annessi uffici, negozi e maxi parcheggio sotterraneo.

Lavori giunti al capolinea. L’azienda si appresta a varare il nuovo terminal di Grottaminarda (Av). Per l’Air si tratta di un’opera nevralgica nel trasporto pubblico a servizio delle aree interne della regione. Nei circa 4.000 metri quadrati di piazzale potranno arrivare, sostare e ripartire fino a 25 autobus, per centinaia di corse al giorno. Nei locali sotterranei parcheggi per 300 posti tra auto e motoveicoli. Un edificio avveniristico su tre livelli accoglierà negozi o uffici a seconda delle esigenze di gestione.

In linea d’aria gli accessi dell’Autostrada Napoli-Bari distano soltanto 500 metri, a meno di 10 chilometri sorgerà la futura Stazione Hirpinia dell’Alta Velocità/Capacità ferroviaria, una miriade i piccoli ed i piccolissimi comuni collegati. Lungo il tragitto sono sorti diversi ostacoli alla realizzazione dell’opera, dalla sorpresa di ritrovamenti archeologici alla sovrapposizione di enti e competenze, passando per la necessità di aggiornare l’idea-progetto allo scorrere del tempo e alle mutate esigenze; il Gruppo D’Agostino non si è tirato indietro dinanzi a sfide complicate, affrontate con una doppia responsabilità, d’impresa esecutrice e d’impresa espressione del territorio, conscia anche del valore strategico di un intervento destinato a favorire la crescita, i servizi e l’occupazione in una larga fetta della provincia di Avellino.

L’opera risponde già visivamente ai criteri della sostenibilità: 2.500 pannelli in vetro illuminano l’edificio in maniera naturale, i piani-solaio interni sono caratterizzati da piastre che alleggeriscono l’utilizzo di cemento, in caso di eventi avversi sistemi antincendio di ultima generazione attivano automaticamente l’apertura degli oblò di quella che, vista dall’alto, sembra una nave da crociera.

È auspicio comune che presto si viaggi a gonfie vele lungo i flussi del turismo eno-gastronomico, in direzione delle valli dell’Ufita, del Calore o della Baronia; l’augurio ulteriore è che ad attraversare il crocevia di Grottaminarda siano in tanti, diretti alle aree industriali d’eccellenza esistenti o che sorgeranno nei nuovi insediamenti Zes (Zona economica speciale). I futuri passeggeri attraverso il terminal saranno collegati alla rete veloce di ferrovie, oppure, nell’attesa del bus per il ritorno a casa, potranno fare acquisti, recarsi in uffici pubblici, più semplicemente trovare riparo in caso di pioggia nei percorsi del nuovo terminal di Grottaminarda, un approdo in un porto sicuro, realizzato dalla D’Agostino Costruzioni Generali.

PRESS – VIDEO EMOTIONAL – CONSEGNA AUTOSTAZIONE AIR GROTTAMINARDA

Portfolio