Responsabilità dei professionisti, tolleranze e sanatoria, i dubbi dei tecnici sul Salva Casa

17/06/2024 – Il Salva Casa non convince i professionisti tecnici che, pur considerando necessarie alcune semplificazioni, nutrono dubbi sulle eccessive responsabilità a carico dei professionisti, sulle tolleranze costruttive e sui cambi di destinazione d’uso. 

Le perplessità e le proposte di modifica sono state espresse giovedì scorso in Commissione Ambiente, durante le audizioni sul disegno di legge di conversione del Decreto Salva Casa. La maggior parte di esse riguarda il ruolo e le responsabilità dei professionisti chiamati ad attestare la conformità degli immobili.
 
Accertamento di conformità, sanatoria e responsabilità dei professionisti
Il presidente della Rete delle Professioni Tecniche, Armando Zambran…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

I requisiti energetici della nuova Direttiva EPBD per gli edifici residenziali

17/06/2024 – In questo articolo proseguiremo l’approfondimento di una tematica, riguardante la nuova Direttiva EPBD, che avevamo già iniziato ad illustrare in un precedente articolo.
 
Più nel dettaglio, lo scorso mese avevamo parlato dei requisiti energetici per gli edifici non residenziali, in relazione all’articolo 9 della Direttiva. Ora proseguiamo l’approfondimento verticale e completiamo i ragionamenti parlando di edifici residenziali.
 
Prima di addentrarci nella trattazione, ricordiamo solo che stiamo parlando della Direttiva 1275/2024/UE, pubblicata il giorno 8 maggio 2024 e battezzata Direttiva “Case Green”, anche se noi tecnici preferiamo chiamarla con il suo acronimo EPBD, Energy Performance of Buildings Directive.
 
Come detto, riprendiamo quindi l’articolo 9 e concentriamoci sugli edifici residenziali. Il tutto è il…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Immobili beneficiari del superbonus, come è tassata la plusvalenza sulla vendita

17/06/2024 – Alla vendita di un immobile, fatta entro 10 anni dalla fine dei lavori agevolati dal superbonus, si applica una tassazione del 26% sulla plusvalenza realizzata. Tale plusvalenza è calcolata secondo criteri che dipendono dal tempo intercorso tra la fine dei lavori e la vendita.
 
Su questa novità, in vigore dal 1° gennaio 2024 per effetto della Legge di Bilancio 2024, l’Agenzia delle entrate fornisce istruzioni operative con la Circolare 13/E del 13 giugno 2024.
 
Plusvalenza superbonus, cos’è
La Legge di Bilancio 2024 ha introdotto una nuova fattispecie di plusvalenza immobiliare imponibile, la plusvalenza che deriva dalla cessione di immobili oggetto di interventi agevolati dal superbonus che, all’atto della …Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Governo del territorio, la nuova legge regionale della Campania

14/06/2024 – Grazie all’impegno quinquennale dell’assessore Bruno Discepolo è giunta a conclusione la terza legge di governo del territorio della Regione Campania in un contesto poco favorevole alla pianificazione.
 
Il lungo processo si è alimentato in maniera pragmatica del contributo delle più diverse componenti della società regionale, il che dà alla legge il suo carattere ad ampio spettro. Andiamo dalle norme più restrittive in Italia sul consumo di suolo a disposizioni quanto mai aperte e favorevoli per gli interventi sul patrimonio edilizio.
 
Se aver mediato tra tanti interessi ha costruito un consenso espresso in Consiglio con un solo voto contrario, sul piano tecnico la sfida è stata d…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Tolleranze e cambi d’uso, i costruttori chiedono di potenziare il Salva Casa

14/06/2024 – Tolleranze costruttive e esecutive senza limiti di tempo e ulteriori liberalizzazioni in materia di stato legittimo dell’immobile e cambi di destinazione d’uso.
 
Sono queste, in sintesi, le richieste di modifica al Decreto Salva Casa, avanzate durante il primo ciclo di audizioni svolte mercoledì pomeriggio in Commissione Ambiente della Camera.
 
Accertamento di conformità, tolleranze e stato legittimo dell’immobile
In tema di misure pensate per rendere più agevole la regolarizzazione degli immobili con difformità parziali, CNA (associazione che riunisce gli artigiani e imprenditori d’Italia) e Confartigianato hanno espresso un giudizio positivo sul superamento della doppia conformità.
 
L’Associ…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Decreto Salva Casa, imprese: sia il primo passo verso un Codice unico dell’edilizia

14/06/2024 – Il Decreto Salva Casa è un inizio, ma serve una disciplina organica e definizioni chiare, che diano certezza alle norme.
 
A formulare questa richiesta sono stati l’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (Cna) e Confartigianato, auditi mercoledì pomeriggio in Commissione Ambiente della Camera sul disegno di legge di conversione del Decreto Salva Casa.
 
Salva Casa e Codice unico dell’edilizia
Secondo Cna e Confartigianato, il Decreto Salva Casa è un passo nella giusta direzione, ma è necessario procedere a una riforma organica del sistema edilizio e urbanistico.
 
Cna e Confartigianato pensano infatti che un Codice unico …Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Fotovoltaico sui tetti agricoli, a che punto è il Bando Parco Agrisolare

13/06/2024 – Sono oltre 1.300 le imprese che realizzeranno impianti fotovoltaici su tetti dei fabbricati agricoli con i contributi del Bando Parco Agrisolare.
 
Nei giorni scorsi il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf) ha erogato a 1.307 imprese il saldo del contributo a fondo perduto concesso per la realizzazione degli investimenti previsti dalla misura, per un importo complessivo di 64 milioni di euro.
 
Ad oggi – spiega il Masaf -, sono state ammesse a finanziamento oltre 14.000 imprese per un importo totale di 1,35 miliardi di euro.
 
Almeno ulteriori 5.000 imprese verranno finanziate nei prossimi mesi, grazie al riconoscimento di ulteriori risorse per un ammontare di 850 milioni di euro da parte della Commissione europea, portando così la dotazione complessiva della misura a 2,35 miliardi di euro.
 
L’incremen…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Per verificare lo stato legittimo dell’immobile si può usare Google Earth

13/06/2024 – Se un abuso edilizio pregiudica lo stato legittimo dell’immobile, Google Earth è uno dei metodi di prova che si possono far valere durante un contenzioso.
 
Lo ha recentemente ribadito il Consiglio di Stato con la sentenza 4973/2024.
 
Abuso edilizio e Google Earth, il caso

Il caso inizia quando un Comune, utilizzando Google Earth, contesta la presenza di un abuso edilizio e ne ordina la demolizione.
 
Il responsabile dell’abuso ritiene che il metodo di rilevazione dell’abuso edilizio utilizzato dal Comune, cioè Google Earth, non sia attendibile perché non avrebbe carattere certificato.

I giudici del Tar, invece, riconoscono ai rilievi estratti da Google Earth un “valore indiziario preg…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Gare ingegneria e architettura, Oice: a maggio 2024 calo del 25,8% rispetto al 2023

13/06/2024 – La domanda pubblica di servizi di ingegneria e architettura è ancora in forte calo. Lo rileva l’Osservatorio OICE/Informatel.
 
Nei primi 5 mesi dell’anno, infatti, sommando 588,2 milioni dei bandi di architettura e ingegneria agli 80,8 milioni di servizi compresi negli appalti integrati, si arriva a 669 milioni, con un calo del 66,3% sui primi 5 mesi2023. Il confronto con i primi 5 mesi degli ultimi anni è sempre negativo: ‐ 59,4% rispetto al 2022, ‐37% rispetto al 2021 e ‐30,9% rispetto al 2020.
 
Nel mese di maggio per servizi puri di architettura e ingegneria sono state rilevate 295 gare per un importo di 147,5 milioni: rispetto ad aprile è stato registrato il +5,4% in numero e +9,2% in valore. Il confronto con maggio dello scorso anno mostra un incremento del 5% in numero, ma una diminuzione del 25,8% in valore.
 
Le gare di maggi…Continua a leggere su Edilportale.com]]>

Caldaia ibrida: guida alla tecnologia

13/06/2024 – Con il termine caldaia ibrida ci si riferisce ai sistemi per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria (ACS) composti da due generatori, uno a combustione e l’altro senza combustione; generalmente si tratta di una caldaia a condensazione e una pompa di calore, per questo motivo, le caldaie ibride sono chiamate anche pompe di calore ibride, caldaie a condensazione ibride, o ancora caldaie con pompa di calore.
 
L’accesso a fonti di energia diversificate crea un mix energetico che può essere customizzato in base alle esigenze dell’utente finale.
 
Come funziona una caldaia ibrida?
Alla base del funzionamento di una caldaia ibrida c’è una pompa di calore e …Continua a leggere su Edilportale.com]]>