Luogo

ComunI di Corigliano e Rossano

Stato

In corso

Committente

REGIONE CALABRIA

Il Cantiere del nuovo ospedale della Sibaritide è situato a ridosso della statale ionica 106 bis, in una posizione baricentrica tra il comune di Corigliano e Rossano ed occupa un’area di 130.000 mq.

L’Ospedale sviluppa secondo uno schema distributivo orizzontale, con l’obiettivo di inserirsi nell’area individuata, secondo un adeguato impatto ambientale e visivo.

È stata adottata la tipologia progettuale dell’ospedale orizzontale, particolarmente adatta per strutture ospedaliere delle dimensioni del nuovo ospedale di Corigliano – Rossano, in quanto i percorsi interni rimangono contenuti, facilitando così l’attività del personale sanitario e di servizio, la struttura edilizia mantiene un’immagine amichevole che non acuisce il senso di difficoltà che così diffusamente coglie l’utente nel suo rapporto con i problemi relativi alla salute.

In quest’ottica quindi, si è operato per realizzare una struttura ospedaliera facilmente fruibile da parte degli utenti esterni e interni, con una evidente chiarezza distributiva sia relativamente alla organizzazione dei percorsi -orizzontali e verticali- che alla localizzazione delle diverse aree funzionali e assistenziali.

Il nuovo ospedale di Corigliano – Rossano si sviluppa su 4 livelli, di cui 3 fuori terra e 1 seminterrato. Il modello prescelto genera un complesso edilizio formato da tre elementi principali:

– piastra ad alta tecnologia

– due corpi simmetrici delle degenze

– blocco accoglienza

Questi tre elementi generano una corte interna utilizzata come accesso per gli out-patients e come area verde/parco dove si affacciano i due corpi di degenza.

Il keyplan sopra riportato individua i diversi corpi edilizi del progetto del nuovo ospedale di Corigliano – Rossano.

La distribuzione delle funzioni assistenziali e di servizio è stata studiata in modo da dedicare le aree più direttamente accessibili dall’ingresso principale all’ospedale, ai servizi con prestazioni diurne e ambulatoriali, ai servizi di accoglienza e accettazione, agli uffici direttamente a contatto con l’utenza.

L’elemento piastra ad alta tecnologia (Blocchi D, E, F) è stato progettato in modo da offrire, a due quote diverse, l’ingresso differenziato e dedicato per due importati linee di flusso: a quota terra è presente l’ingresso all’area di emergenza, mentre a quota seminterrato, si trovano gli ingressi ai servizi generali e di supporto (lavanderia; ristorazione; rifiuti; servizio mortuario; farmacia; ecc).

L’area della emergenza dispone quindi, come previsto dalla normativa in materia, di percorsi di accesso dedicati e distinti, ed è localizzata nel quadrante sud-ovest del nuovo ospedale.

L’area dei servizi generali di supporto, anch’essa dotata di propri percorsi dedicati, è interamente localizzata al piano seminterrato, nella zona sud del nuovo ospedale, disponendo così di ampi spazi esterni di carico e scarico dei materiali e di una completa separatezza dalle funzioni assistenziali della struttura ospedaliera.

Attualmente il cantiere ha realizzato l’intera fondazione dell’edificio e muri di sostegno perimetrali che dalle fondazioni si innalzano fino ad 8 metri. Sono stati posizionati 426 isolatori sismici. È stato ultimato il solaio del livello -1 dei corpi A – C. Sono partire le elevazioni relative i nuclei dei corpi simmetrici A e B.

LE NEWS DAL CANTIERE

Il BIM in cantiere: demolizione e costruzione in sicurezza

/
03/02/2023 - Ormai da anni la tecnologia BIM è a supporto delle…

Equo compenso, i professionisti: ‘la legge va subito approvata ma poi modificata’

/
03/02/2023 - La legge equo compenso per i professionisti - che…

Errori nelle comunicazioni Enea, le conseguenze per i bonus edilizi

/
03/02/2023 - Si possono perdere le detrazioni fiscali per l’efficientamento…